... PENSARE IN OUTSOURCING

Cosa significa... pensare in outsourcing?

... pensare in outsourcing significa:


  • pensare alla competitività intesa come incremento della capacità di fornire beni / servizi concorrenziali: reggere la concorrenza è l’unico modo per rimanere sul mercato;
  • pensare al cost saving inteso non come mera limitazione dei costi ma come reale annullamento degli sprechi;
  • pensare all’efficacia intesa come insieme di interventi mirati tesi ad accelerare il raggiungimento degli obiettivi aziendali;
  • pensare all’efficienza intesa come insieme di interventi mirati tesi a ridurre sensibilmente scarti, spese, risorse e tempi impiegati;
  • pensare alla flessibilità strutturale, altra cosa rispetto alla semplice flessibilità di manodopera;
  • pensare a nuovi modelli di organizzazione e/o riorganizzazione interna, da implementare in accordo con le visioni strategiche a breve, a medio e a lungo termine;
  • pensare alla valorizzazione del capitale umano, inteso come “Manager + Dipendenti + Collaboratori = Patrimonio = Successo Impresa”, asset ormai parte integrante (e preminente) del capitale aziendale;
  • pensare ad investimenti economicamente sostenibili convinti che ciò che non è possibile oggi lo potrà essere domani se oggi si fanno le scelte giuste…

... pensare in outsourcing significa... pensare allo sviluppo

Di cosa parliamo?

L’esternalizzazione (in inglese outsourcing) è, in economia e organizzazione aziendale, l’insieme delle pratiche adottate dalle imprese di ricorrere ad altre imprese per lo svolgimento di alcune fasi del proprio processo produttivo o fasi dei processi di supporto.
Più nello specifico, con l’espressione appalto di servizi si intende il trasferimento della titolarità di una funzione o di un gruppo di attività ad una terza parte, la quale ne assume la responsabilità in termini di qualità ed efficienza.
Nell’ordinamento giuridico italiano, l’appalto è definito dall’art. 1655 cod. civ. come “il contratto con il quale una parte assume, con organizzazione dei mezzi necessari e con gestione a proprio rischio, il compimento di un’opera o di un servizio verso un corrispettivo in denaro”.